Tu, che ristabilisci l’alleanza originaria (sì, quella con Noè); tu, iride che allude agli elementi della chimica, ad un patto d’amicizia che comprenda addirittura la materia inanimata e garantisca allora una salvezza più omogenea al mondo che hai creato; tu, sovrapposizione quantica d’umanità e divinità, ma anche dei miracoli possibili; tu, che della singolarità natale ed iniziale, sei simbolo vivente, perché l’intero cosmo si è incarnato in te; tu svelami (ne son degno?) se siamo noi la parusia (quelli destinati a compiere la sistole dell’immenso abbraccio).
Nella transizione dal Vecchio al Nuovo, non t’hanno più chiamato Signore degli eserciti: infatti la croce è la diastole.
E il tuo cuore, che sulla cima del Calvario infine s’è squarciato per un infarto del miocardio, da qualcuno è ritenuto il ritorno del battesimo. Ma io dico del big bang.


Pietro Pancamo (Cuneo, 1972) è uno scrittore italiano. Di recente alcuni suoi testi sono apparsi su «Diogen», rivista letteraria di Sarajevo fra le più importanti d’Europa.

Posted by:Jorge Pereira

Jorge Pereira (Recife, 1994). Produtor cultural e agente literário baseado no Rio de Janeiro. Fundador da Casa Philos e editor-chefe da Revista Philos. Curador de festivais literários e membro do Oi Kabum! LAB do Oi Futuro.

Uma resposta para “Tu, che ristabilisci, por Pietro Pancamo

Comentários

Preencha os seus dados abaixo ou clique em um ícone para log in:

Logotipo do WordPress.com

Você está comentando utilizando sua conta WordPress.com. Sair /  Alterar )

Foto do Google+

Você está comentando utilizando sua conta Google+. Sair /  Alterar )

Imagem do Twitter

Você está comentando utilizando sua conta Twitter. Sair /  Alterar )

Foto do Facebook

Você está comentando utilizando sua conta Facebook. Sair /  Alterar )

w

Conectando a %s