IL BUIO

Sorgere come il sole,
vorrei,
schiudermi
come petali
di un fiore
alla rugiada.

Al calore
della luce
Rigenerarmi

Ma il buio
dentro me
non mi permette
di vivere
e resto
nella penombra.

ROSA

Lento il tuo sbocciare,
acque ferme di un fiume,
solitaria e soave
cerchi la rugiada del mattino,
il vento ti accarezza
furtivo e leggero,
nessuna mano
tenta di sfiorarti
mentre mille occhi
ti ammirano in silenzio.

Invadi l’aria del tuo profumo,
incanti con i tuoi colori,
il rosso del sangue
sprigiona passione
racchiuso in un pugno
trafitto dalle tue spine
amore e dolore
si fondono insieme
in un abbraccio
elegante.

Come fanciulla che si concede
al suo amato
ti concedi
al giorno inoltrato
e mentre ti guardo
la sera ti culla
al candor della luna.
Chiusa fra le pagine
resta l’essenza
di una dolce memoria.

Daniela Balestrero (Torino, Itália, 1960). Membro del Comitato editoriale della Rivista Philos. Dal 2015 collabora con un giornale locale web scrivendo articoli di spettacolo e attualità. Alcuni dei suoi scritti si possono trovare anche su il Blog di Ramingo.it.